Pro Loco Mileto

Published / by admin

La Pro Loco Mileto, per tradizione consolidata, nutre una forte sensibiltà nello sviluppo e pubblicazione di testi e volumi che valorizzano, conservano e tramandano la cultura, la storia e tutto ciò che riguarda la comunità locale. Chiunque abbia un progetto editoriale di congrua natura potrà rivolgersi  alla Pro Loco Mileto che cercherà di valorizzare e pubblicare il progetto. Ad oggi i progetti in corso di prima pubblicazione sono diversi, come anche i progetti di ristampa di volumi esauriti ma, il più delle volte il problema è la reperibilità dei fondi necessari. La Pro Loco si sta prodigando per reperire i fondi necessari, chiunque voglia donare un contributo o sponsorizzare i progetti farà cosa ben gradita, che sarà messa in evidenza nei volumi ristampati o nei volumi in corso di prima pubblicazione.

L’Editore Luigi Pellegrini di Cosenza ha pubblicato gli atti del Convegno sulla Battaglia di Mileto del 1807 svolto a Mileto per la ricorrenza del bicentenario del 2007.Il volume conta circa 590 pagine contiene articoli molto interessanti relativi non solo alla battaglia di Mileto ma anche al decennio francese in Calabria arricchiti di documenti inediti e di un indice che ne rende facile la consultazione. Francesco Pititto sulla Battaglia di Mileto, ancora una volta un contributo alla memoria storico-culturale locale della Proloco Mileto.Il prezzo del volume contenente gli atti del convegno è in promozione al
prezzo di € 30,00 a copia invece del prezzo di copertina di € 35,00per gli interessati ed amatori fuori sede del Comune di Mileto sarà possibile acquistare il volume online e per corrispondenza aggiungendo€ 15,00 euro al prezzo come contributo all’imballaggio, spedizione e diritti di incasso per prenotazioni e vendite
.

Domenica 29 aprile 2007 alle ore 10:00 presso la sala Consiliare del Comune di Mileto si è svolta la presentazione ufficiale degli eventi programmati per il Bicentenario della Battaglia di Mileto e la costituzione del Comitato Scientifico.La presentazione si è svolta con un gran successo di pubblico,  premiato da numerosi interventi di altissimo pregio tra i quali in questa sede potete ascoltare…

PREMIO FABRIZIO DE ANDRÉ “… della musica e della parola”

L’ Associazione Turistica Proloco  di Mileto, sta organizzando per il prossimo  estivo un evento dedicato all’artista Fabrizio De Andrè.Il progetto ha come scopo la stimolazione e la promozione – attraverso brani composti da Fabrizio De Andrè – di una creatività libera e scevra da tendenze legate alle mode, ai generi e ai falsi concetti di commercialità, al fine di ridare originalità e vitalità alla produzione artistica. Il progetto prevede l’assegnazione di un premio alla Sezione Miglior Interprete, a tale sezione, sono ammessi a partecipare tutti gli artisti esecutori  di ambo i sessi, sia solisti o costituiti in gruppo, che abbiano inviato a norma di regolamento almeno un brano interpretato da loro stessi dell’artista scomparso Fabrizio DE ANDRE’.

Regolamento della Pergamena Normanna edizione 2007

La Pro  loco di Mileto ritiene proprio compito dare risalto al lavoro di quanti,intervenendo ed operando nella realtà provinciale, contribuiscono a valorizzare le capacità e le peculiarità della comunità locale.La Pro Loco Mileto ha istituito uno speciale riconoscimento,”Pergamena normanna”, idealmente collegato nella sua denominazione al periodo storico (XI-XII sec. d.C.) in cui la città di Mileto ha raggiunto il suo massimo splendore nel campo politico, religioso  e culturale.Il premio  è costituito da una targa.

Per il Natale 2007 l’Associazione Turistica Pro Loco Miletoin collaborazione con l’Amministrazione Comunale Assessorato al Turismo ha realizzato la slitta di Babbo Natale, interamente lavorata a mano da artigiani, sono state visitate tutte le scuole, gli asili, nonchè centro anziani ecc… del Comune di Mileto, inoltre nelle giornate del 22-23 e 24 Babbo Natale ha consegnato a casa i doni.Quest’anno Babbo Natale è arrivato a Mileto con la slitta e le renne per portare i regali ai bambini.

Roberto Giordano

Published / by admin

di Pino Currà

È stato un evento storico per tutta la comunità miletese e per l’intera regione Calabria. Nei giorni scorsi, uno dei suoi figli più cari, il pianista Roberto Giordano, si è esibito in un recital di grande successo, assieme al famoso Basso-baritono Josè Van Dam, al teatro alla Scala di Milano. Una serata memorabile alla quale non è voluta mancare una folta rappresentanza di cittadini miletesi. Tra questi, il vescovo Domenico Tarcisio Cortese, arrivato appositamente da Verona, dove ha partecipato al quarto convegno della chiesa italiana. A rappresentarne l’Amministrazione comunale sono stati presenti il primo cittadino Rocco Condoleo, il vice sindaco Fortunato Giordano, l’assessore al Turismo Anna Delia Massara e il delegato alla Cultura Fortunato Muzzopappa. Circa tre mila gli spettatori, tra questi l’ambasciatore emerito del Belgio, Jan Willems e molte personalità straniere munite di apposito spartito, che per un’ora e mezza si sono lasciati coinvolgere dalle note uscite per incanto dall’arte pianistica di Roberto Giordano e dalla voce del famoso basso-baritono belga. È stata la prima volta alla Scala per un Roberto che, dall’alto dei suoi venticinque anni di età, all’entrata sul palco, ha provato “la sensazione fantastica di una platea che con il suo calore diventa un tutt’uno con l’artista, coinvolgendolo in un unico enorme abbraccio”. I due artisti si sono esibiti, quasi in simbiosi, nella famosa opera Winterreise (Il viaggio d’inverno) di Schubert, il ciclo di 24 melodie che racconta le diverse tappe invernali della vita di un giovane.

Subito prima del recital, il commovente abbraccio tra Roberto con la madre Antonietta, arrivata appositamente dalla Calabria. La stessa, assieme al padre e alla fidanzata belga, per tutta la durata della performance lo ha accompagnato dal palco Reale spiritualmente per mano. Una emozione che ha coinvolto tutti gli astanti e lo stesso Roberto. Iniziata quando il pianista da dietro il palco, di nascosto, ha visto il pubblico affluire nella platea. Continuata quando a prendere il sopravvento sono state le note e le melodie create dai due artisti. Esplosa alla fine dell’ultimo accordo di pianoforte, allorquando il caloroso applauso del pubblico, protrattosi ininterrottamente per otto minuti, ne ha sigillato, se mai c’è ne fosse stato bisogno, la piena consacrazione. E a darne ulteriore conferma, l’ovazione elevatasi dal loggione, storica anima critica e termometro di apprezzamento della Scala, e le sette uscite di ringraziamento che Josè Van Dam ha voluto effettuare tenendo per mano e ringraziando pubblicamente il giovane pianista miletese.

Lo stesso direttore artistico Fortunato Artombine, al termine del recital, ha voluto fare i complimenti a Roberto Giordano. “Un’atmosfera unica – ha affermato l’artista miletese – che solo un teatro come la Scala può regalare. Davanti ad un pubblico che ti comprende veramente e con il quale si riesce a dividere le emozioni e tutto quello che tu stai, in quel momento, trasmettendo. Esibirsi alla Scala – ha aggiunto – vuol dire sentirsi addosso la responsabilità di una grande tradizione e di una eredità lasciata da tutti i grandi artisti, tra i quali lo stesso Giuseppe Verdi, che, in varie epoche, si sono succeduti su questo palco”. Un Roberto Giordano che fa dell’umiltà la sua forza, sempre disponibile e che, nonostante la sua giovane età, vanta una carriera artistica che lo ha portato e lo porterà ad esibirsi nei più grandi teatri del mondo.

Personaggi

Published / by admin

Goffredo Malaterra

Fu monaco dell’Abbazia della SS. Trinità, dove fu investito di “aulica dignità di storico”, e biografo di Conte Ruggero, di cui riporta le vicende nel suo De rebus gestis Rogerii Calabriae ed Siciliae comitis, in cui un riferimento preciso a Mileto è rinvenibile in una sorta di indice dove si legge «VICESIMUM TERTIUM. Pur essendo un’opera che soffre di certa parzialità, essa è una fonte importantissima, anche perchè unica, nel riportare fatti che altrimenti sarebbo rimasti nell’oblio.
Le notizie biografiche di Goffredo Malaterra sono rarissime. Gli ordini sacri li ricevette nel monastero di Saint-Evroult sur Ouche in Normandia; soggioronò in varie abbazie, tra cui Venosa, Santa Maria di S. Eufemia e SS. Trinità di Mileto. Giunto in Sicilia dopo il 1091, fu monaco a Sant’Agata di Catania, primo monastero latino dell’isola; qui fu elevato dal Conte Ruggero a vescovo della città etnea.
Al Malaterra è dedicata una piccola via nella frazione Comparni.

Quinzio De Rusticis

Quinzio era romano, canonico di Ostia, ancora chierico, quando nel concistoro del venerdì 17 luglio 1523, su referenza dello stesso cardinale Andrea della Valle, il Papa lo destinò in amministratore perpetuo della chiesa di Mileto. Tra le molte questioni che fu chiamato a risolvere, il nuovo vescovo fu incaricato di recuperare i beni della SS. Trinità, che erano stati usurpati.
Quinzio portò a Mileto il fratello Camillo col nipote Girolamo, che fu poi vescovo di Tropea. Intervenne al concilio di Trento, e ottenne per la diocesi l’indulgenza del Giubileo del 1550.

Mesiano Domenico

La Pro Loco Mileto fa i migliori auguri al giovanissimo e promettente calciatore Mesiano Domenicoche è stato selezionato per far parte delle Giovanili della Raggina Calcio di Lillo FOTI.Si sono svolti nel mese di Giugno 2007 i provini al Centro Sant’Agata di Reggio Calabria per la categoria “Giovanissimi” che ha visto la partecipazione di Mesiano Domenico, classe 1993, il quale è stato scelto a far parte della squadra reggina, dopo che lo stesso nel corso della finale regionale vinta contro il Corigliano è stato prescelto dal selezionatore per la Reggina Calcio Simone Giacchetta ex capitano della Reggina.

Mesiano 13 enne ha militato quest’anno nella vibonese calcio vincendo i campionati provinciali e regionali categoria esordienti guidati dal mister Cuppari Marcello e dal responsabile Rino Putrino Centrale difensivo.

Mesiano intende da subito ringraziare il mister Cuppari il quale in questo anno gli ha insegnato tanto e tutta la società vibonese calcio, ma un particolare ringraziamento viene rivolto alla Società Mileto Calcio dove Mesiano si è cresciuto  e al Mister Gennaro Gabriele.

Il 22 agosto inizierà la preparazione e il giovane ragazzo si trasferirà a Reggio Calabria per far parte della Squadra che spera domani possa offrigli tante soddisfazioni.

Turismo a Mileto

Published / by admin

Se per quest’anno avete deciso di far visita all’Italia e fare un tour dei posticini e delle cittadine più autentiche e caratteristiche, allora questa è l’occasione perfetta per fermarsi a Mileto. Per serbare un ricordo meraviglioso di questi momenti ed avvicinarvi alla cultura italiana tenendo conto della prospettiva locale. Se amate la natura e visitare città nuove potreste scegliere Mileto anche come vostra base di appoggio per esplorare la zona collinare del Monte Poro e la pittoresca città di Vibo Valentia.

Immergervi nella natura con le vostre Rome escorts è il modo perfetto per incominciare le vacanze e fare della sana attività all’aria aperta. Escursioni, gite fuoriporta e camminate costituiscono dei piacevoli spunti turistici attraverso cui visitare e restare in contatto con l’ambiente naturale. Magari praticando anche dell’ottimo footing o facendo sosta a località curiose e suggestive, a piedi o con l’ausilio di una bella bicicletta.

Avrete qui la possibilità di visitare le bellezze artistiche e architettoniche di Mileto insieme alle vostre escorts e mostrare loro la varietà paesaggistica del territorio italiano. Queste splendide e simpatiche fanciulle sono dotate di un carisma e una verve incredibile, sono donne bellissime, capaci di ammaliarvi e intrattenervi durante i vari appuntamenti ed eventi che avete pensato di trascorrere insieme. Uno dei loro maggiori interessi riguarda per altro proprio il viaggiare, e non c’è niente di meglio che passare un weekend romantico o una settimana rilassante fuori città per coltivare la propria passione.

Mileto ha molto da offrire ai suoi visitatori, soprattutto se interessati alla storia e all’architettura romana. Sono tanti infatti gli scavi archeologici di antiche dimore e abitazioni ritrovavate in questi luoghi. Una grande chance per scoprire le radici culturali che da sempre affascinano turisti e viaggiatori di tutto il mondo, e una splendida opportunità per scattare delle belle fotografie da mostrare ad amici e parenti una volta tornati a casa.
Alle vostre escorts dal http://www.eros.com piaceranno poi molto gli spazi della chiesa neoromanica situata a Mileto, restaurata durante gli anni ’30 e sede ufficiale della diocesi della zona. Non vedranno l’ora di intraprendere presto un altro viaggio e godere nuovamente della vostra compagnia e affabilità. Ed ascoltare di persona le spiegazioni dettagliate di esperte guide e gente del posto specializzata in storia, cultura e folclore locali. Un altro sito di interesse che non potete veramente perdervi è la villa comunale, un’ampia ed elegante costruzione con annesso un bel parco dotato di statue da ammirare e sentieri da percorrere.

Chi ama fare lunghe passeggiate non potrà che rimanere incantata dagli spazi verdi di Mileto. Parchi di divertimento, aree verdi e forme di intrattenimento, sia per grandi che per piccini, sono pronte ad accogliere sia voi che le vostre Rome escorts dal http://it.eros.com/lazio/rome/eros.htm. Ed ad offrirvi un ambiente tranquillo e ospitale dove poter trascorrere insieme dei piacevoli momenti, esplorando la realtà culturale e paesaggistica di questa vivace città, ricca di ristorantini e bar che dispongono di specialità e manicaretti tipici. Un perfetto mix di storia e intrattenimento che saprà fare al caso vostro e vi farà desiderare di ritornare a Mileto il prima possibile.